Endodonzia

Quando in un’unica seduta sparisce il mal di denti.

Quando compare un dolore intenso, pulsante specie la notte, a volte improvviso a volte dovuto al contatto con sostanze dolci, calde o fredde si è di fronte a una pulpite, ovvero un’infiammazione della polpa (il cosiddetto nervo). L’unica soluzione in questo caso è la devitalizzazione del dente cioè la rimozione del nervo.

Risolutività
Il trattamento risolve uno dei quattro dolori più forti che il genere umano possa sopportare.
Velocità
Il trattamento di devitalizzazione si svolge normalmente in una seduta.
Esperienza
Collaboratori con una pluriennale esperienza che si dedicano solo a questo.

Cos’è l’endodonzia

L’endodonzia è una specialità dell’odontoiatria che si occupa di curare quello che c’è all’interno del dente, cioè della polpa dentaria (quella che viene comunemente definita “nervo”). Solitamente il trattamento viene chiamato devitalizzazione e si esegue in caso di carie penetrante, o di trauma o di estesa abrasione dentale.
Nella carie penetrante i batteri, ormai arrivati alla polpa del dente, scatenano un dolore forte e pulsante, che aumenta durante la notte e in posizione sdraiata. È un dolore dovuto all’infiammazione del nervo. E l’unico modo per curare un nervo infiammato è estirparlo (da qui il termine devitalizzazione, in quanto si rimuove la parte vitale del dente stesso ossia il nervo). Controlli periodici dal dentista permettono di diagnosticare in tempo una carie e di evitare di ricorrere a questo trattamento.
Anche un trauma può dover richiedere una devitalizzazione: in questo caso il dolore è quasi assente, ma poiché a causa del trauma l’apporto di sangue al dente viene interrotto, il nervo va incontro a necrosi e va rimosso.

Perché sottoporsi alla devitalizzazione:

  • Per curare il classico e doloroso mal di denti.
  • Per risolvere un problema di insopportabile sensibilità alle sostanze dolci, calde o fredde.
  • In caso di denti molto compromessi che devono essere riabilitati con protesi.

Come si svolge il trattamento

Ogni canale del dente da devitalizzare viene svuotato del suo contenuto (la polpa infiammata o necrotica), ripulito e riempito di un materiale da otturazione che va a sigillarlo. Il dente viene poi ricostruito.

FAQ

In che cosa consiste un ritrattamento endodontico?

Può capitare che un dente già sottoposto a cura canalare, generalmente di vecchia data, continui a dolere nonostante la terapia o sviluppi un’infiammazione cronica alla base delle radici che prende il nome di granuloma. In questi casi il dente può ancora essere salvato eseguendo di nuovo la terapia canalare, detta ritrattamento.
Il nuovo trattamento deve essere preceduto dalla rimozione della vecchia devitalizzazione e dei cementi infetti per poi procedere a una nuova accurata disinfezione del sistema dei canali radicolari del dente.

In quante sedute viene eseguita una normale devitalizzazione?

Normalmente è sufficiente un’unica seduta.

Prenota la tua visita

Ho letto e accetto i termini della Privacy Policy

Vuoi curare il tuo mal di denti?
Compila il form con i tuoi dati e la richiesta, scrivici un’email o chiamaci.*

049 597 44 89

info@studiodentisticorobertoferro.it

* Le risposte fornite dallo Studio Dentistico Roberto Ferro hanno uno scopo esclusivamente informativo, non sono da intendersi come una diagnosi online e non sostituiscono la visita medica.