Roberto Ferro

Una vita rivolta a crescere e mantenere sani i miei pazienti.

Ho iniziato negli anni Ottanta a girare i più importanti centri di ricerca in Europa per imparare a crescere i bambini con bocche sane.

Sono convinto che, visto che i denti nascono sani, sta a noi mantenerli tali per il resto della vita.

Ho diffuso questi principi a livello di comunità, tanto è vero che nella mia Ulss c’è la più bassa prevalenza della carie nei bambini in Italia.

La salute è al centro del mio rapporto con il paziente: non solo i bimbi devono crescere sani, ma anche gli adulti, una volta curati devono mantenersi sani per il resto della vita.

Esperienza
Più di trent’anni di pratica nel mio studio dentistico e presso il Servizio Sanitario Nazionale.
Competenza
Sono specializzato nella salute dentale dei bambini, su cui ho scritto quattro libri.
Etica
Intervengo solo quando e se è davvero necessario sostenuto dalla ricerca scientifica.
  • Direttore dell’Unità Operativa Complessa di Odontoiatria dell’Ulss 6 Euganea presso l’ospedale di Cittadella e Camposampiero
  • Presidente EADPH (European Association Dental Public Health) per il biennio 2000-2001
  • Presidente della SIOI (Società Italiana di Odontoiatria Infantile) nel biennio 2010-2011
  • Membro del tavolo tecnico del Ministero della Salute per l’elaborazione delle Linee guida Nazionali per il trattamento dei disturbi respiratori del sonno nell’infanzia (2015)
  • Membro, come esperto SIOI, del tavolo tecnico del Ministero della Salute per la revisione delle linee guida per la promozione della salute orale e la prevenzione delle patologie orali in età evolutiva (2013)
  • Direttore del Centro Regionale Specializzato per lo studio, la prevenzione e la terapia delle malattie oro-dentali della Regione Veneto (DGR 30 maggio 1990)
  • Autore di quattro libri scientifici in merito a prevenzione e cura della carie e di ortodonzia pediatrica
  • Da 30 anni professore a contratto in più sedi universitarie italiane
  • Direttore della Scuola Pratica di Ortodonzia Roberto Ferro

La salute non è solo assenza di malattia, è uno stato di benessere (anche della bocca).

Ho sempre pensato che la parte più bella della professione di un medico fosse quella di confrontarsi con persone sane impegnandosi per mantenerle tali.

Considero le malattie della bocca evitabili, perché prevenibili. Per questo motivo nella mia professione ho sempre privilegiato l’approccio preventivo. Come ai miei piccoli pazienti insegno a crescere senza carie così faccio con gli adulti: una volta curati, l’impegno è di mantenerli in salute negli anni a venire.

In un momento storico in cui si sta tentando di trasformare la nostra professione in un prodotto da supermercato ed i denti, piuttosto che in componenti del corpo umano, in pezzi da ricambio (con impianti artificiali), il mio approccio ai problemi dei pazienti è sia scientifico che etico: intervengo in modo minimale se, solo e quando necessario.

Faccio ricorso a terapie le più conservative possibili, salvo i denti compromessi e ricorro al minimo all’implantologia. Perché, infatti, togliere denti quando si possono curare?